Benvenuti nel sito del Circolo Culturale "Il Magazzino" di Forte dei Marmi
 
 

PROGRAMMA MANIFESTAZIONI

GIUGNO 2019

 
Scarica da qui il programma di Giugno 2019 in formato pdf
 
 
 


VILLA BERTELLI

Lunedì 3 Giugno - ore 18,00


"Donne in guerra scrivono"

di Camilla Benaim, Elisa Rosselli e Valentina Supino

Saranno presenti Valentina Supino e Marta Baiardi

Donne in guerra scrivono
Il fortunato recupero, in Israele, di un dattiloscritto di Elisa Rosselli (1873-1971) aggiunge un tassello importante all'autobiogra a di questa scrittrice orentina, cugina di Amelia Pincherle Rosselli, che racconta le vicende sue e quelle della famiglia durante la seconda guerra mondiale. Il testo ritrovato ripercorre l'intera esperienza di questa famiglia di solide tradizioni antifasciste sotto le persecuzioni antiebraiche: a partire dall'impatto delle leggi razziali del 1938 con il loro carico di vessazioni, dolorosi espatri e sradicamenti, no agli ancor più tragici accadimenti successivi all'armistizio dell'8 settembre 1943 quando, sotto l'occupazione tedesca e la Rsi, i Benaim-Rosselli dovettero nascondersi e vivere in clandestinità cercando di sfuggire alla caccia all'ebreo che si era scatenata, a Firenze, con modalità ferocemente e caci. A posteriori l'autrice, scampata fortunosamente allo sterminio insieme con quasi tutta la sua numerosa famiglia, narra qui le sue vicissitudini sforzandosi costantemente di ricomporle e comprenderle per restituire un ordine armonico a un mondo sconvolto, con intenti e interpretazioni di sicuro interesse per chi voglia capire mentalità e motivazioni operanti nella ricostruzione italiana. A queste memorie della nonna Elisa Rosselli, vanno aggiunti altri due testi "familiari" femminili: il primo è il diario di Camilla Benaim (1904-1996), glia di Elisa, incentrato prevalentemente sugli avvenimenti orentini della terribile estate del 1944, la Firenze «nel solco dell'emergenza» rievocato da Montale, tra bombardamenti, attentati, deportazioni, a rancati tuttavia da un vivissimo e ducioso impegno antifascista e resistenziale. Completa il trittico il testo di Valentina Supino ( glia di Camilla e nipote di Elisa), che realizza nelle sue memorie un intenso scavo introspettivo -esercizio consueto anche per la sua professione di psicoanalista- con lo scopo ben determinato di recuperare con nitidezza il proprio sguardo infantile. Della guerra e dell'occupazione, dei pericoli e degli eroismi familiari (che non mancarono), la bambina Valentina tutto vedeva, registrava e interpretava; e oggi la scrittrice Valentina ci restituisce proprio quei vissuti, i ricordi certo, ma anche i volti e le sensazioni di quegli undici mesi. Soprattutto emerge pienamente, rispetto al mondo degli adulti, l'autonomia di un mondo infantile pienamente recuperato non scevro da una vena nostalgica. Nella sua prefazione Dacia Maraini coglie lo spirito vitale della scrittura di queste tre donne, attraverso cui anche nei suoi momenti più drammatici «la Storia riesce a diventare un a resco pieno di colori e l'emozionante racconto di una città, del suo popolo, delle sue paure, della estenuante attesa della ne di una guerra spaventosa».


Le autrici sono: Elisa Rosselli (1873-1971), la nonna, scrittrice di libri per l'infanzia di una qualche notorietà negli anni Trenta, cugina di Amelia Rosselli (la madre di Carlo e Nello); sua figlia Camilla Benaim (1904-1996), pittrice; infine la figlia di Camilla e nipote di Elisa, Valentina Supino (nata nel 1935), psichiatra e psicoanalista, risiede tra Firenze e Parigi.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 10 Giugno - ore 18,00


"Da Carlo Magno all'Isis"


1200 anni di scontri ed incontri tra Medio Oriente e Occidente

con
Michele Infantolino e Simone Barletta
Da Carlo Magno all'ISIS
I rapporti tra Occidente cristiano e Medio Oriente musulmano risalgono al Medioevo, alternando periodi di pace e scambi commerciali e culturali proficui per entrambe le parti, a periodi di guerra. Proprio questi rapporti saranno oggetto della nostra conferenza, che si articolerà in due parti: la prima dedicata al Medioevo, con particolare riferimento alle Crociate e ai personaggi che ne furono protagonisti; per poi passare alla seconda parte che considererà l'età contemporanea, partendo dalla rivolta araba del '16-'18, passando per il lungo conflitto israeliano-palestinese, la crisi di Suez e la crisi petrolifera degli anni '70, per arrivare alle guerre in Afghanistan, Iraq e Siria, con l'esperienza del Rojava, fino alla terribile esperienza del terrorismo. Tutti questi temi sono legati da due fattori: l'enormità delle instabilità e delle mutevolezze del Medio Oriente e l'intervento occidentale ed internazionale nel territorio. Se le Crociate, pur avendo inizialmente ideali ben diversi, si trasformarono via via in vere e proprie guerre commerciali ed operazioni strategiche di predominio tra l'Europa cristiana ed il Medio Oriente musulmano; ciò che è interessante notare è come dal '900 ai giorni nostri si ritrovino, ovviamente tenendo conto delle debite differenze legate alla diplomazia ed alla geopolitica contemporanea ed effettuando uno sforzo di immaginazione, gli stessi pattern di interazione fra i due mondi.

Simone Barlettai è laureato in Storia medievale presso l'Università di Pisa. Ha pubblicato articoli su riviste italiane e spagnole e tenuto conferenze su argomenti danteschi e storici.

Michele Infantolino è laureato in Storia contemporanea presso l'Università di Pisa con una tesi su "L'Italia e la Società delle Nazioni: 1919-22". Ha scritto articoli su temi di storia contemporanea e militare, di diplomazia, di geopolitica e di relazioni internazionali e partecipato a concorsi di saggistica e di poesia.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 17 Giugno - ore 18,00


"Nel segno di Juppiter"


di Silvana Arata

Presenta Franco Pezzica
Nel segno di Juppiter - Silvana Arata
Un cane segue il "suo padrone" ed è a lui fedele offrendogli appunto quell'amore incondizionato. Sarà così anche per Juppiter che timidamente cerca di obbedirmi anche se dal punto di vista temperamentale è piuttosto ribelle? È anche un cane "illuminato" beh, tutti i cani lo sono. L'autrice ci racconta in modo semplice e diretto come il rapporto con il suo Cocker Spaniel Juppiter abbia decisamente cambiato la sua vita. L'arrivo di una cane è sempre decisamente un cambiamento inaspettato nella vita di una persona, si fanno cose che non si era mai pensato di poter fare e l'affetto per il proprio animale (cane o gatto che sia) influisce sulle scelte quotidiane e personali contribuendo spesso ad una crescita personale e sociale.

Silvana Arata, nata a Viareggio, laureata in Giurisprudenza è giornalista e lavora presso la RAI Cultura. Ha collaborato e collabora a svariate riviste nazionali, alcune di carattere ambientale e ecologico. Con l'Enoteca di Siena ha pubblicato il volume "I Vini di Toscana", edito in quattro lingue. Ha realizzato con la RAI di Roma programmi radiofonici di impronta sociale e culturale per gli italiani all'estero e ha preso parte ai programmi via satellite di RAI Sat curando uno speciale televisivo. Per la sede regionale RAI della Toscana ha ideato numerose trasmissioni radio inerenti temi artistici e ambientali. Partecipa come conduttrice a premi letterari e incontri con autori. Ha pubblicato due sillogi poetiche "Gioco Perverso" e "Città di Luna", il romanzo "La Carrozza del vento"(Segnalazione d'Onore Premio Firenze 2003); con il racconto "Una vita da cane ovvero Le confessioni di un bastardino" ha ottenuto un importante riconoscimento dall'Associazione Lega per la Difesa del Cane di Roma per il tema trattato, l'abbandono e i maltrattamenti agli animali.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 24 Giugno - ore 18,00


"Il Teatro di Elisabetta: Antonio Ligabue"


di e con Elisabetta Salvatori
Elisabetta Salvatori: Antonio Ligabue
 
 
 
ARCHIVIO ALMANACCHI

Almanacco 2015
Almanacco 2014
Almanacco 2013
Almanacco 2012
Almanacco 2011
Almanacco 2010

ARCHIVIO ATTIVITA'

Calendario attività del 2017
Calendario attività del 2016
Calendario attività del 2015
Calendario attività del 2014
Calendario attività del 2013
Calendario attività del 2012
Calendario attività del 2011
 
 
         
 
 
 
Circolo Culturale "Il Magazzino" - via C. Colombo, 24 - 55042 Forte dei Marmi (LU) - Cod. Fiscale 94008920467

circolomagazzino@yahoo.it

© 2013 - 2018 Powered by Edoardo Baldini - credits


Questo sito non fa uso di cookie