Benvenuti nel sito del Circolo Culturale "Il Magazzino" di Forte dei Marmi
 
 

PROGRAMMA MANIFESTAZIONI

MARZO 2019

 
Scarica da qui il programma di Marzo 2019 in formato pdf
 
 
 


VILLA BERTELLI

Lunedì 4 Marzo - ore 17,30


"La signora dei leoni"

con Maria Teresa Landi e Luciana Tola

La signora dei leoni
Il romanzo si ispira alla vita avventurosa di una donna vissuta a Viareggio negli anni della Belle époque e di qui, nel 1932, trasferitasi in Africa al seguito del marito, un fascista mandato laggiù dal partito per cercare minerali redditizi. Nata a Firenzuola nel 1908, Toni e la madre Ersilia sono costrette dalla morte del padre muratore a lasciare il paese per sopravvivere. Vanno a Firenze e di lì, dopo la guerra del 195-18, a Viareggio, dove Ersilia gestisce con successo una pensione, riuscendo in pochi anni ad aprirne una tutta sua in Darsena. Ambiziosa e determinata, Ersilia convince la figlia a sposare un giovanotto di buona famiglia, che le apre le porte dell'alta società. Perfettamente a proprio agio nella Viareggio elegante e moderna di Puccini, Marconi, Tina Galli, Viani e Galileo Chini, Toni, costretta dal marito a lasciare il bel mondo per seguirlo prima in Etiopia poi in Uganda, supera con coraggio lo choc iniziale e cambia pelle. Nel 1935 abbandona il marito violento e donnaiolo e comincia una nuova vita; esperta cacciatrice e dirigente di piantagioni, grazie al fortunoso ritrovamento di tamburi sacri in un'isola fluviale del Kagera, fiume turbinoso affluente del lago Vittoria, diventa proprietaria dell'isola che ancora oggi porta il suo nome. Laggiù, paradiso di piante e animali selvatici, negli anni 50 vengono girati diversi film, tra cui Mogambo di Glen Ford. L'Africa è ormai il suo mondo e Toni fa dell'isola un felice ritrovo per turisti danarosi e amanti della natura. Tutto questo a prezzo di grande coraggio e forza di volontà, dopo aver superato prove durissime. Internata nel campo di concentramento inglese di Dire Daua nel '42 riesce a sopravvivere grazie alla conoscenza dei dialetti locali e all'amore dell'ufficiale comandante del campo. Nonostante il profondo affetto per la madre lontana, Toni non tornerà mai in Italia se non per brevi periodi. In una di tali occasioni, nel 1954, rivede a Viareggio un famoso giornalista conosciuto in Africa, Orio Vergani, che le regala una copia del racconto "La signora della valle dei leoni" dedicato a lei e pubblicato nel suo libro reportage "Quarantacinque gradi all'ombra". Fiera e indipendente, Toni in seguito ritrova l'amore inglese di Dire Daua, che vorrebbe sposarla e portarla con sé in Inghilterra, ma lei non è disposta a lasciare la sua isola. Gli anni '60 la vedono travagliata dalla salute malferma e da problemi economici, conseguenza delle lotte intestine tra paesi africani coinvolti nel processo di decolonizzazione. Muore a Nairobi nel 1968. Una donna fuori del comune, come testimoniano le numerose fotografie e lettere dall'Africa in nostro possesso. Da annoverare, recita la quarta di copertina, tra quelle giovani donne che negli anni della Belle époque hanno fatto parlare di sé per imprese straordinarie.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 11 Marzo - ore 17,30


"Odontoiatria del passato, presente e futuro"


con Francesco Ciucci
Istituto Odontoiatrico Versiliaese
Nella conferenza verrà mostrato il percorso storico dell'Odontoiatria nei suoi aspetti tecnici, biologici e sociali. Verrà esposta una analisi delle criticità che oggi hanno portato alla percezione da parte di moltissimi pazienti della precarietà delle cure odontoiatriche che spesso vengono eseguite in modo "espresso" senza rispettare la biologia e che molto spesso vengono proposte con modalità che non consentono la condivisione consapevole del paziente. Verranno in fine analizzate quelle che dovrebbero essere le aspettative del paziente in merito alle cure Odontoiatriche del futuro.

Dottor Francesco Ciucci, Dottore in odontoiatria e protesi dentaria   Master in Parodontologia Università di Siena Perfezionamento in Implantologia Università di Firenze Perfezionamento in Disfunzioni cranio-mandibolari  Università di Milano Odontologo forense - Consulente C.T.U. tribunali di Lucca e di Massa.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 18 Marzo - ore 17,30


"Come il nostro cervello legge le opere d'arte e la bellezza"


con Gianfranco Marchesi

Nella conferenza di oggi si parlerà di quella branca delle neuroscienze che si occupa dei rapporti tra arte e cervello cercando di stabilire connessioni plausibili, anche se non definitive, tra le osservazioni biologiche cerebrali e la fruizione estetica soggettiva del bello. Si è visto con le metodiche di "brain imaging", che la base delle nostre esperienze estetiche sta in una dialettica funzionale tra centri antichi del cervello, come il lobo libico, ed aree della corteccia cerebrale più recenti sul piano filogenetico. Il bello quindi è considerato oggi dai neuroscienziati una meta- emozione, vale a dire un sentimento con un contenuto corticale, simbolico, culturale, di pensiero, e un vissuto sottocorticale profondo, emozionale, limbico, di piacere. La bellezza dunque esiste nel cervello perché vi sono precisi correlati neurali che la sottendono. L'arte è la comunicazione intersoggettiva della bellezza, ed è quindi uno stimolo ricco, potente e complesso. L'arte, secondo Levi- Strauss, è prima shock emotivo e poi argomento razionale, ed entra nei sotterranei dell'io e li racconta, come ci testimoniano la sindrome di Stendhal e di David.

Gianfranco Marchesi, laureato in Medicina e Chirurgia, Specialista in Neurologia, Psichiatria e Fisiatria. Ha diretto il reparto di riabilitazione dell'area nord dell'ASL di Reggio Emilia. E' autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali di argomento neurologico, riabilitativo e psichiatrico. E' esperto di neuroestetica. Ha partecipato a numerosi convegni e congressi come relatore a tema neuroriabilitativo e dei rapporti tra arte e cervello.

 

VILLA BERTELLI

Lunedì 25 Marzo - ore 17,30


"L'universo e la vita"


con Riccardo Sandri

Sostenuto dalla filosofia di Leonardo da Vinci,  che includeva e collegava ogni fenomeno della natura in un corpus unico, Riccardo Sandri ha portato avanti i suoi studi percorrendo strade nuove che gli hanno permesso , in veste di filosofo e poeta , di poter spiegare concetti molto complicati , con parole semplici e comprensibili inserendoli nella manifestazione della nostra vita.

 
 
 
ARCHIVIO ALMANACCHI

Almanacco 2015
Almanacco 2014
Almanacco 2013
Almanacco 2012
Almanacco 2011
Almanacco 2010

ARCHIVIO ATTIVITA'

Calendario attività del 2017
Calendario attività del 2016
Calendario attività del 2015
Calendario attività del 2014
Calendario attività del 2013
Calendario attività del 2012
Calendario attività del 2011
 
 
         
 
 
 
Circolo Culturale "Il Magazzino" - via C. Colombo, 24 - 55042 Forte dei Marmi (LU) - Cod. Fiscale 94008920467

circolomagazzino@yahoo.it

© 2013 - 2018 Powered by Edoardo Baldini - credits


Questo sito non fa uso di cookie