ATTIVITA'


Incontri a Villa Bertelli 2016
 
 I nostri incontri nel 2016 a Villa Bertelli
 
 
TORNA AL CALENDARIO
 

VILLA BERTELLI

Lunedì 20 Giugno - ore 18,00

Giuseppe Vezzoni

"Tra le pieghe della strage nazifascista di Sant'Anna di Stazzema nel settantesimo della liberazione"

Lo Studio Simi
E' l'ultimo lavoro sull'eccidio del 12 agosto 1944 con cui l'autore versiliese ha partecipato anche alla prima edizione del Premio Giustizia e Verità Franco Giustolisi. Nei cinque capisaldi dell'inchiesta l'autore si confronta in maniera perentoria con le ultime tesi dello storico fiorentino Paolo Paoletti, il quale, con il libro " S. Anna di Stazzema una strage " aggiustata" , edito nel marzo 2015 per le Edizioni Agemina, perora la matrice fascista dell'eccidio e scagiona il sottotenente nazista Gerhard Sommer e la sua settima compagnia dall'aver partecipato alla mattanza di civili. Con il libro Tra le pieghe della strage nazifascista di Sant'Anna di Stazzema nel Settantesimo della Liberazione termina il percorso editoriale sul 12 agosto 1944 da parte di Giuseppe Vezzoni. Il libro è un ulteriore contributo alla conoscenza che giunge al termine di un impegno che Vezzoni iniziò nel maggio 1991 per dissotterrare dall'oblio la figura di don Fiore Menguzzo e la strage compiuta dai nazifascisti a Mulina di Stazzema. Oltre a tributare un doveroso ricordo al superstite Angiolo Berretti, l'anima della realizzazione della Campana della Pace e definito dalla nipote Romina la " voce fuori dal coro" della memoria dell'eccidio, con quest'ultimo lavoro l'autore di Stazzema ha posto fine alla querelle sorta sull'introvabile documento Le Memorie di Lorenzo Iacopi facente parte dell'Archivio della Memoria del Comune di Seravezza. L'inchiesta a tempo scaduto Tra le pieghe della strage nazifascista di Sant'Anna di Stazzema nel settantesimo della Liberazione, è indiscutibilmente un ulteriore approfondimento sull'eccidio di inermi del 12 agosto 1944 e la conferma che la matrice della strage fu nazifascista. Al momento non ci sono libri che entrino tra le pieghe della strage di Sant'Anna di Stazzema in maniera così approfondita ma soprattutto rispettosa delle fonti a cui l'autore ha fatto riferimento. Il libro fa parte delle pubblicazioni che possono essere consultate e/o acquistate presso il bookshop del Museo della Resistenza di Sant'Anna. E' stato presentato in due occasioni: lo scorso 23 gennaio nella sala convegni della Croce Bianca di Querceta da parte del prof. Paolo Pezzino e di mons. Danilo D'Angiolo; il12 marzo presso la Sala dell'Annunciata del Chiostro di Sant'Agostino di Pietrasanta dal prof. Paolo Verona e da Ezio Marcucci. Alle presentazioni è intervenuta Romina Berretti, che ha ricordato il nonno Angiolo. Per 25 anni l'autore stazzemese si è speso per mettere in luce gli aspetti della storia omissiva nonché gravata da interrogativi restati senza risposta, correggendo una memoria laddove si rivelava troppo perfetta per essere condivisibile. L'inchiesta ovviamente tocca anche l'aspetto inquirente della verità giudiziaria e ne indica i diversi punti deboli e non convincenti. Ma soprattutto il libro toglie dall'emarginazione quella "voce fuori dal coro" che è stato il superstite Angiolo Berretti pubblicando la testimonianza che il superstite rilasciò nell'aula del Tribunale militare di La Spezia l'11 novembre 2004. L'autore, conscio della impossibilità di raggiungere la completa verità dopo una stasi giudiziaria durata 60 anni, nel giudicare il suo lavoro ha voluto scrivere nella postfazione che il libro « va considerato solamente una tappa di un viaggio nella storia e non il feticcio della verità sull'eccidio del 12 agosto 1944 ». Si è detto convinto di essere stato « quanto mai onesto e rispettoso nel trattare le vicende di un massacro di civili tra i più aberranti della seconda guerra mondiale, su ci è stato imperituramente impresso il marchio obbrobrioso della barbarie nazifascista » . La presentazione sarà a cura dell'autore e vedrà la partecipazione di Romina Berretti, nipote del superstite Angiolo, la quale ricorderà il nonno e fornirà le ultime notizie sulla collocazione della Campana della Pace, la cui sistemazione definitiva doveva avvenire il 2 Giugno 2016 ma è stata procrastinata a una data non ancora ufficializzata ma prima della prossima commemorazione del 72° anniversario della strage.

 
 
 
ARCHIVIO ALMANACCHI

Almanacco 2015
Almanacco 2014
Almanacco 2013
Almanacco 2012
Almanacco 2011
Almanacco 2010

ARCHIVIO ATTIVITA'

Calendario attività del 2017
Calendario attività del 2016
Calendario attività del 2015
Calendario attività del 2014
Calendario attività del 2013
Calendario attività del 2012
Calendario attività del 2011
 
 
         
 
 
 
Circolo Culturale "Il Magazzino" - via C. Colombo, 24 - 55042 Forte dei Marmi (LU) - Cod. Fiscale 94008920467

circolomagazzino@yahoo.it

© 2013 - 2018 Powered by Edoardo Baldini - credits


Questo sito non fa uso di cookie