ATTIVITA'


Incontri a Villa Bertelli 2016
 
 I nostri incontri nel 2016 a Villa Bertelli
 
 
TORNA AL CALENDARIO
 

VILLA BERTELLI

Lunedì 2 Maggio - ore 18,00

Enrico Baldi

"Ricerche e precisazioni su Enrico Pea"

Ricerche e precisazioni su Enrico Pea
Con questo libro su Enrico Pea l'autore si propone vari obiettivi. Uno è quello di dare una più puntuale sistemazione alla biografia per il periodo meno conosciuto perché più lontano nel tempo e cioè per gli anni trascorsi, prevalentemente in Versilia, dalla nascita all'emigrazione in Egitto. Altro scopo è quello di ricostruire gli ambienti ed i personaggi che, nel periodo versiliese ed in quello egiziano, possono aver contribuito alla formazione di Pea come uomo e come scrittore. Ad Alessandria d'Egitto Pea viene a contatto con ambienti di ispirazione anarchica e gli ideali di giustizia sociale che circolavano in questo ambiente si ritrovano nelle sue opere. Spesso ci si è basati, per ricostruire fatti e personaggi della vita dello scrittore, solo sulle opere in cui Pea parla della sua vita e delle vicende della sua famiglia, senza controllare la veridicità o meno di tali racconti, ed inoltre, considerando autobiografici i racconti medesimi, si è considerato il primo Pea scrittore di scarsa fantasia e le sue opere dei semplici diari. Baldi ha pensato perciò di analizzare queste opere per vedere se esse possano essere ritenute diari di famiglia o se esse siano veri e propri romanzi. Per quanto riguarda poi la formazione letteraria dello scrittore, le sue fonti di ispirazione e le eventuali dipendenze da altri scrittori ed in particolare da D'Annunzio e Pascoli, l'autore ha confrontato alcune opere di questi ultimi con le prime opere di Pea, nelle quali la critica ha maggiormente ipotizzato gli influssi letterari, per vedere se si debba parlare di un'effettiva dipendenza di Pea da D'Annunzio e Pascoli o piuttosto di comune ispirazione derivante da analogie ambientali. Un capitolo è dedicato alla Ballata della Coperta Versiliese. Questa Ballata è stata pubblicata nel 1913 sul periodico Versilia, diretto da Luigi Salvatori, come parte de Lo Spaventacchio in corso di pubblicazione (uscirà nel 1914) e sul quale Pea stava ancora apportando ritocchi in collaborazione con Ungaretti. Nell'edizione definitiva de Lo Spaventacchio questi versi non ci sono perché Pea li ha tolti probabilmente per utilizzarli in seguito in un'opera di più ampio respiro che però non ha mai fatto. Egli stesso si è dimenticato di questi versi che infatti non compaiono nelle Arie Bifolchine, la raccolta, curata nel 1943 da Falqui, della produzione in versi di Pea. La Ballata è un piccolo quadro della vita contadina della Versilia di inizio '900. Nell'ultima parte viene infine esaminato un altro aspetto della Versilia, non più quella contadina della Ballata ma quella che, trasfigurata mitologicamente, con i suoi paesaggi, ha ispirato gli artisti a cavallo fra Ottocento e Novecento come Arnold Bocklin che in quel periodo ha soggiornato a Forte dei Marmi.

 
 
 
ARCHIVIO ALMANACCHI

Almanacco 2015
Almanacco 2014
Almanacco 2013
Almanacco 2012
Almanacco 2011
Almanacco 2010

ARCHIVIO ATTIVITA'

Calendario attività del 2017
Calendario attività del 2016
Calendario attività del 2015
Calendario attività del 2014
Calendario attività del 2013
Calendario attività del 2012
Calendario attività del 2011
 
 
         
 
 
 
Circolo Culturale "Il Magazzino" - via C. Colombo, 24 - 55042 Forte dei Marmi (LU) - Cod. Fiscale 94008920467

circolomagazzino@yahoo.it

© 2013 - 2018 Powered by Edoardo Baldini - credits


Questo sito non fa uso di cookie