ATTIVITA'


Incontri a Villa Bertelli 2016
 
 I nostri incontri nel 2016 a Villa Bertelli
 
 
TORNA AL CALENDARIO
 

VILLA BERTELLI

Lunedì 21 Novembre - ore 17,30

Maria Chiara Olivari

"Un abbraccio"

Versilia insolita. Quello che le guide tradizionali non dicono
Quella manifestazione d'affetto cercata in tutta una vita Una storia di vita vera. Il memoriale di una signora che, già da subito, appena nata, ha un approccio con il mondo non esattamente idilliaco. L'infanzia, l'adolescenza, la crescita, di una donna che non ha mai avuto un cammino facile. Giovanissima, ha dovuto abbandonare quello che, forse, è stato l'unico, vero, grande amore della sua vita. Continuata poi con un matrimonio "obbligato", finito con un divorzio. Successivamente, sembrava aver trovato un uomo che la amasse veramente. Ma, anche da quella storia, è uscita la cruda verità: l'inganno. Poi l'intolleranza ad un farmaco, ed una serie di eventi, la portano ad un crollo psico-fisico molto grave, con una terribile malattia: una depressione, che le ruba ben 8 anni di vita. Poi la guarigione. Improvvisa. Che la protagonista giustifica con una personale mistificazione. Quindi il suo ritorno alla vita. Una nuova realtà. Ma, questa volta, la protagonista, sceglie di vivere completamente in modo nuovo, la rinascita, con la ritrovata speranza nel futuro. Una storia di troppi dolori, soprusi, inganni, sofferenze morali e fisiche, una lunga malattia, la ripresa. Un messaggio di speranza, per chi crede che non ce la si possa fare a riprendere in mano la propria vita. Si può ricominciare a vivere? Si possono ritrovare tranquillità, serenità e benessere fisico, dopo una vita intera di sofferenze? Dopo una malattia lunga 8 anni? Un messaggio di speranza per chi crede che non ce la si può fare a riprendere in mano la propria vita. Si può essere felici, pur rinunciando ad un grande amore? La risposta è dentro ognuno di noi. Soltanto guardandoci dentro e cercando di realizzare il grande sogno che c'è in ognuno di noi, potremo respirare profondamente e pensare: è stata dura, il cammino è stato molto difficile, ma ce l'ho fatta. Tutta questa storia è come un dipinto, e potrebbe anche considerarsi terminata. Ma, forse, manca soltanto ancora un tocco di pennello, al completamento del quadro. Chissà ... .

Mariachiara Olivari nata a Lodi il 24/05/1958. Infanzia quasi nella norma, vissuta con grandi conflittualità con la madre. Quando ha circa 16 anni, il padre scopre una cardiopatia congenita, che gli condiziona la Vita. Era il suo unico "alleato", ma si deve schierare dalla parte "forte" della famiglia. Diplomata in "Segretariato d'Azienda", successivamente, forte di una predisposizione all'apprendimento delle lingue straniere, approfondisce gli studi, e si diploma interprete e traduttrice in inglese e francese. Frequenta, privatamente, un corso di spagnolo. Completa gli studi con un diploma in ragioneria, tramite scuole serali, dopo il lavoro. Inizia a lavorare a 19 anni in qualità di semplice centralinista, in una azienda della città che necessitava di tale mansione, ma con una buona padronanza delle lingue, soprattutto l'inglese. Questo impiego dura circa 3 anni e termina a causa di "incomprensioni" con il titolare. Viene introdotta nell'ambiente Radio Privata, dove viene apprezzata in qualità di speaker nei programmi del mattino, impegno che manterrà per più di un paio di decenni, continuando a lavorare part-time presso un piccolo ufficio di traduzioni. Matrimonio, due figli, separazione e divorzio. Nel frattempo, nel 1993 le viene assegnato un incarico politico, in qualità di Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Turismo e Pari Opportunità, per il suo comune di residenza di allora. Incarico che le vale parecchie gratificazioni. Dopo la separazione dall'ormai ex marito, conosce un uomo con il quale vive una relazione che dura 4 anni, ma che la porta a vivere parecchie tensioni. E' proprio durante questa liason che si ammala una prima volta, nel 2003, soprattutto dopo una somministrazione di una sostanza importante e pericolosa: il cortisone che lei non tollera, ma non era stata predisposta nessuna analisi specifica di intolleranza al farmaco. Riesce a stare meglio, ma nell'inverno 2004/2005 una periartrite, sempre curata con il cortisone, la porta a vivere una depressione molto più grave e forte, che dura fino a Maggio 2011, momento che ha segnato la grande svolta nella sua vita. Dopo un'esistenza non facile, la completa guarigione è un evento importante, in quanto le concede di riuscire a vivere addirittura con molta più serenità e tranquillità d'animo, persino dei tempi che hanno preceduto la malattia. Adesso ha 58 anni e si occupa di scrivere le sue esperienze di vita, e raccoglie altre testimonianze, utili per capire, affrontare e risolvere i disagi più diversi tra loro. E' riuscita a realizzare il desiderio più grande della sua vita, dopo la maternità, ovvero abitare al mare, posto che riesce ad infondere calore, positività, serenità e pace dell'anima.


 
 
 
ARCHIVIO ALMANACCHI

Almanacco 2015
Almanacco 2014
Almanacco 2013
Almanacco 2012
Almanacco 2011
Almanacco 2010

ARCHIVIO ATTIVITA'

Calendario attività del 2017
Calendario attività del 2016
Calendario attività del 2015
Calendario attività del 2014
Calendario attività del 2013
Calendario attività del 2012
Calendario attività del 2011
 
 
         
 
 
 
Circolo Culturale "Il Magazzino" - via C. Colombo, 24 - 55042 Forte dei Marmi (LU) - Cod. Fiscale 94008920467

circolomagazzino@yahoo.it

© 2013 - 2018 Powered by Edoardo Baldini - credits


Questo sito non fa uso di cookie